Il diritto penitenziario tra fervori normativi e vischiosità organizzative

– di Marta Lamanuzzi e Fabio Gino Seregni – «Affrontare il problema del sovraffollamento carcerario significa dare respiro in senso fisico e morale alla dignità della persona del detenuto e ciò richiede una “svolta di respiro” (per riprendere una bella immagine di Antonio Spadaro e del poeta Paul Celan) delle politiche penali: una progettazione di […]